Gioco d’azzardo patologico, appuntamento al mercato di Bisceglie

Mercato di BisceglieGli operatori del servizio ‘Dedalo e Icaro’ per la prevenzione, la cura e la riabilitazione delle persone con dipendenza patologica, servizio dei Comuni di Trani e Bisceglie, saranno presenti domani, martedì 29 maggio, al mercato settimanale di Bisceglie, al rione Seminario. L’èquipe presiederà i luoghi dello shopping, per incontrare le donne, gli anziani, le famiglie, e presentare i servizi pubblici, attivi sul territorio, per l’accoglienza e la presa in carico terapeutica delle persone affette da GAP, il gioco d’azzardo patologico.

Una mattinata d’informazione e sensibilizzazione, dunque, contro la dipendenza da gioco d’azzardo: sarà allestito un punto informativo per la distribuzione di materiale e per un primo contatto, così come già realizzato la scorsa settimana al mercato settimanale di Trani, in via Superga. Altri due appuntamenti sono in programma a giugno. L’iniziativa rientra fra le attività del servizio Dedalo e Icaro, centro aperto a bassa soglia e unità di strada, per persone dipendenti da sostanze, alcol e da gioco, attivo per il territorio di Trani – Bisceglie, finanziato dall’ambito di zona dei due Comuni, e gestito dalla Comunità Oasi2 San Francesco Onlus.

Cambio punto di vista. Incontro in-formativo con l’Associazione Nicholas De Santis

Cambio punto di vistaVenerdì 18 maggio, alle 18, a Trani, nella sede dell’Associazone Nicholas De Santis (via Enrico De Nicola, 23/25), gli operatori dell’Oasi2 San Francesco Onlus animeranno un incontro in-formativo su tema ‘Cambio punto di vista’, un viaggio alla scoperta del passaggio dalla sperimentazione alla dipendenza patologica, dall’informazione alla consapevolezza e dalla conoscenza di sè alla possibilità di scegliere.

Siete tutti invitati!

5×1000 alla Comunità Oasi2. Perchè nessuno resti indietro

5x1000

La Comunità Oasi2 San Francesco Onlus opera in Puglia dal 1986 per favorire il benessere individuale e collettivo, tutelando e promuovendo il diritto alla salute, alla libertà, al lavoro, alla partecipazione, alla cittadinanza, contrastando ogni forma di discriminazione ed esclusione.

Il suo impegno, espresso nel binomio ‘cura e cultura’, è rivolto a persone in varie condizioni di fragilità: persone con problemi di dipendenza patologica da sostanze, alcol e da gioco d’azzardo; migranti, rifugiati e richiedenti protezione internazionale; persone (minorenni e maggiorenni) vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale e/o lavorativo; persone affette da disturbi cognitivi e loro famiglie; minori vittime di abuso e/o affette da depressione infantile.

La Comunità Oasi2 San Francesco onlus, in qualità di organizzazione non lucrativa di utilità sociale, è uno dei soggetti ammessi al beneficio del 5 per mille. Al momento della dichiarazione dei redditi, i contribuenti potranno destinare il 5 per mille delle loro tasse a sostegno dell’Oasi2: è sufficiente firmare nel riquadro relativo alle ONLUS nel modello di dichiarazione che si compila (Modello 730 o Redditi – ex Unico – o CUD). Dopo aver firmato, bisogna indicare il codice fiscale di Oasi2: 05030050727. La firma per il 5xMille non comporta alcun costo aggiuntivo per il versamento delle tasse. Destinando il 5 per mille all’Oasi2 sarà sempre possibile destinare l’8 per mille alla Chiesa Cattolica o alle altre confessioni religiose: la scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell’8 per mille, infatti, non sono alternative fra loro.

Trani e Bisceglie, apre Kipepeio lo sportello per l’integrazione socio-sanitaria e culturale dei migranti

Kipepeio

Apre i battenti questa settimana lo sportello Kipepeio per l’integrazione socio-sanitaria e culturale dei migranti. Lo sportello è un servizio dell’Ambito di Trani e Bisceglie attuato dalla Comunità Oasi2 San Francesco Onlus e dalla cooperativa sociale Migrantes Liberi che gestiscono già sul territorio, per conto dei due Comuni, servizi di accoglienza residenziale e territoriale per migranti.

Lo sportello sarà attivo nei due comuni presso gli uffici dei servizi sociali. Le attività sono già partite a Trani e sono in corso di attivazione a Bisceglie. Gli operatori svolgeranno attività di front office e back office, offrendo ai migranti guida e orientamento per favorire l’accesso ai servizi socio-sanitari e culturali del territorio. Allo stesso tempo, offriranno supporto agli uffici – comune, Asl, scuole – per i servizi dedicati ai migranti. Non solo. Lo sportello Kipepeio garantirà assistenza tecnica all’assessorato alle Culture del Comune di Trani per realizzare una rete interculturale, fra amministrazioni, associazioni e terzo settore, con l’obiettivo di promuovere e sostenere forme attive di cittadinanza.

Lo sportello Kipepeio è aperto al pubblico a Trani il giovedì mattina, dalle 9 alle 12, negli uffici dei servizi sociali (c/o Palazzo di Città, via Tenente Luigi Morrico). Lo sportello tranese sarà aperto anche il martedì mattina, dalle 9 alle 12, e il giovedì pomeriggio, dalle 15 alle 18, per le attività di back office. A Bisceglie, lo sportello sarà aperto il lunedì mattina, dalle 9 alle 12, e il martedì pomeriggio, dalle 15 alle 18, sempre negli uffici dei servizi sociali (c/o Palazzo di Città, in via Trento).

Musica, cibo e lavoro per l’integrazione. Laboratori in corso allo sportello Kipepeio di Barletta

cibo

Si costruiscono ponti per l’integrazione al comune di Barletta. Sono in corso, in questi giorni, i laboratori di intercultura realizzati nell’ambito del progetto di servizio civile nazionale ‘Bridge 2016 – Un ponte per l’integrazione’, a cura delle volontarie del servizio civile, impegnate nel settore servizi sociali, in collaborazione con lo SPRAR, il servizio di protezione per richiedenti asilo e rifugiati e lo sportello per l’integrazione Kipepeio, entrambi gestiti dalla comunità Oasi2 San Francesco Onlus.

Musica, cibo e lavoro i temi degli incontri, pensati come momenti di formazione e socializzazione, con l’obiettivo di superare il concetto di tolleranza e sostituirlo con quello di cittadinanza. Attraverso questi momenti di incontro, si vuole così favorire l’integrazione, l’accesso ai servizi, limitando le condizioni di disagio ed emarginazione ed evitare situazioni di devianza e di violenza.

Dopo un doppio appuntamento sulla musica, dal titolo ‘Ballando sul mondo’, le volontarie del servizio civile hanno coordinato il laboratorio ‘Mangiando nel mondo’, dedicato alle specialità della cucina pugliese: friselle, pane, taralli e olive. Il secondo incontro è invece è dedicato invece agli ingredienti, ai piatti, e alle tradizioni culinarie degli ospiti della Sprar di Barletta e degli utenti dello sportello Kipepeio. Il successivo laboratorio sarà dedicato al mondo del lavoro.

Scopri qui tutte attività in corso con il Servizio Civile del Comune di Barletta:

Integrare al sud: sfide e opportunità per le regioni meridionali

Integrare al Sud

Vi segnaliamo la newsletter gennaio/aprile 2018 del progetto ‘Com.In.3.0’, interamente dedicata al workshop e conferenza interregionale ‘Integrare al sud: sfide e opportunità per le regioni meridionali’, che comprende news dalle plenarie, focus e approfondimenti, uno spazio dedicato al lavoro dei commissari straordinari di governo e una sintesi dei lavori dei workshop.

Leggi la newsletter completa https://bit.ly/2KvDc7K