Apri gli occhi. Percorso di arte terapia a Palazzo Tupputi, a Bisceglie

Apri gli occhi

La Comunità Oasi2 San Francesco Onlus, soggetto gestore del progetto Sprar, il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati di Bisceglie e Trani, organizza il laboratorio di arte terapia ‘Apri gli occhi. Attraverso la paura’, un percorso attraverso i linguaggi globali della creatività. Il laboratorio è aperto a tutti, cittadini e ospiti Sprar, nell’obiettivo di creare un momento di confronto, dialogo e partecipazione. L’evento è realizzato in collaborazione con Palazzo Tupputi – Laboratorio Urbano gestito da Cineclub Canudo.

I contenuti e gli obiettivi. Entrare in contatto con le proprie paure esplorarle, farle parlare, ascoltare ciò che ci portano in consegna attraverso i linguaggi della creatività, ed in particolare con la pittura. Attraverso il segno, il colore, il suono, la fotografia e il video si entrerà in contatto con la paura, emozione arcaica che, se utilizzata in modo ecologico, è funzionale all’esistenza. Si proverà dunque a darle una forma codificabile, lasciandola vibrare nel corpo dell’esperienza stessa, esplorandone così le possibilità espressive. Ci sarà spazio anche per il gioco che, nonostante tutto, è ancora il più potente mezzo di apprendimento che si conosca, in quanto appartiene alla dimensione del piacere. Le creazioni che verranno realizzate durante il percorso saranno esposte durante i “Dialoghi di Trani” a settembre.

Gli autori. Luisa Marino, psicologa e psicoterapeuta della Gestalt, terapeuta body work e EMDR, esperta nella conduzione di gruppi di arte terapia e Tomas Di Terlizzi, counselor, diplomato presso l’istituto Gestalt Puglia, arte terapeuta, maestro d’arte e fotografo.

A chi è rivolto il percorso. Il percorso sarà aperto a tutti i cittadini italiani e stranieri, nel segno dell’incontro, dell’accoglienza, dell’integrazione, della conoscenza reciproca. Saranno ammessi massimo 15 partecipanti. La metà dei posti è a disposizione per gli ospiti dello Sprar di Bisceglie-Trani.

Dove e quando. Il percorso è in programma a Palazzo Tupputi, in via Cardinale Dell’Olio, n.30, a Bisceglie, per un totale di 10 incontri da due ore ciascuno. Gli incontri sono in programma il 23 e 30 luglio, il 6-13-20-27 agosto, il 3-10-17-24 settembre, dalle 18 alle 20.

Per info e prenotazioni. Per partecipare è obbligatorio prenotare all’indirizzo mail sprartranibisceglie@oasi2.it. Per tutte le info 3913156068 oppure 3925496696

 

A Molfetta ‘Ac-cò-glie-re’, venerdì 20 luglio, in piazza Municipio

Ricevere presso di sé, ammettere nel proprio gruppo; accettare, approvare; ricevere dentro di sé, contenere; riunire. Questi i significati del verbo ‘Ac-cò-glie-re’, titolo della manifestazione in programma venerdì 20 luglio, dalle 19, in piazza Municipio, a Molfetta. L’evento, patrocinato dall’Amministrazione Comunale, è a cura della Comunità Oasi2 San Francesco Onlus, del Consorzio Metropolis, di Innotec – Società Cooperativa Sociale, e Arancio Soc. Coop, soggetti gestori del progetto Sprar, il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati del Comune di Molfetta e vuole essere un momento d’informazione, sensibilizzazione e intrattenimento sui temi dell’accoglienza, dell’inclusione e dell’integrazione.

Si comincia alle 19 con la messa in scena de ‘L’isola’, lo spettacolo della Compagnia Teatrale Il Carro dei Comici -Teatro di Molfetta, esito finale del laboratorio teatrale che alcuni degli ospiti della Comunità Oasi 2 San Francesco Onlus, hanno seguito da gennaio.

Alle 20, l’intervento del sindaco di Molfetta Tommaso Minervini e dell’assessore alla socialità Ottavio Balducci. Seguiranno storie e testimonianze dei rifugiati e richiedenti asilo. A seguire, l’intervento di Gabriella Falcicchio, docente di Pedagogia interculturale all’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Alle 21, si chiude con la musica live e popolare dei Folkèmigra.

Torna in scena ‘L’isola’. Mercoledì 18 luglio, a Trinitapoli

L'isola a Trinitapoli

Torna in scena ‘L’isola’, lo spettacolo della Compagnia Teatrale ‘Il Carro dei Comici’ di Molfetta, esito finale del laboratorio teatrale che alcuni degli ospiti richiedenti asilo e rifugiati della Comunità Oasi 2 San Francesco Onlus, fra i soggetti gestori del Progetto Sprar, il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati di Molfetta, hanno seguito da gennaio.

Dopo la prima, il 2 luglio scorso, a Molfetta, lo spettacolo andrà in scena mercoledì 18 luglio, a Trinitapoli, nell’Auditorium dell’Assunta (Via Guglielmo Marconi, 26) alle 20, grazie anche all’ospitalità del Centro di Lettura Globeglotter. L’associazione culturale ha deciso infatti di proporre ai cittadini di Trinitapoli alcune iniziative organizzate da esperti che vivono accanto agli immigrati ogni giorno, per lavoro o per impegno sociale e culturale, nell’obiettivo di approfondire collettivamente la tematica dell’immigrazione.

Lo spettacolo è liberamente ispirato alla storia, scritta e illustrata da Admin Greder.‘L’isola. Una storia di tutti i giorni’, parla di alterità e diversità. Un giorno, in un tempo indefinito, giunge su un’isola abitata uno straniero e scatena mille domande fra gli isolani: da dove viene? perché è qui? cosa fa qui? Il testo teatrale diventa così occasione per interrogarsi sui temi dell’accoglienza, dell’inclusione e dell’integrazione.

Sul palco si esibiranno sei ospiti del Progetto Sprar di Molfetta, che, insieme ad altri tre allievi del laboratorio teatrale de ‘Il Carro dei Comici’, hanno lavorato sul corpo, sulla voce e sulle emozioni per raccontare, insieme, la diversità. Lo spettacolo diventa così occasione di confronto e relazione, potenziamento delle proprie competenze di base, strumento per superare e capovolgere stereotipi. L’adattamento del testo e la regia sono diFrancesco Tammaco, luci e suoni di Matteo Altomare che si è occupato anche dell’allestimento scenico. Il coordinamento generale, invece, è stato affidato al personale della Comunità Oasi2.

Invito stampa – Biciclettata in musica

Biciclettata in musica
Bicicletta in Musica
Per la Giornata Mondiale del Rifugiato

Conferenza Stampa di presentazione
Lunedì 9 luglio, ore 11
Villa San Giuseppe, via Giovanni Bovio 427, Bisceglie
Lunedì 9 luglio, a partire dalle ore 11, a Villa San Giuseppe (via Giovanni Bovio 427, Bisceglie), è in programma la conferenza stampa di presentazione dell’evento ‘Biciclettata in Musica’, promossa dal Comunità Oasi2 San Francesco Onlus, soggetto gestore del Centro di Accoglienza Straordinaria per migranti richiedenti protezioni internazionali, a Villa San Giuseppe, a Bisceglie, e del Progetto Sprar – Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati dell’Ambito Trani-Bisceglie. La biciclettata, nata per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato, che cade ogni anno il 20 giugno, si terrà nella serata del 9 luglio, sempre a Bisceglie.
L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Bisceglie  e dall’Ufficio di Piano dell’Ambito di Trani-Bisceglie, in collaborazione una rete di associazioni del territorio: Amnesty Puglia, Biciliæ FIAB, BoaOnda – Movimento Danza, Caritas Bisceglie, Cineclub Canudo, Epass Bisceglie, ETNIE Associazione di Promozione Sociale onlus, Faber, associazione di promozione sociale, Giovani Idee Bisceglie, Laboratorio Cittadino di Pastorale Sociale, Libera – presidi di Trani e Bisceglie, Mosquito Aps, Pool Cavallaro, Service Learning, Terre Solidali, ZonaEffe.
Alla conferenza stampa interverranno:
Amedeo Bottaro, sindaco di Trani
Angelantonio Angarano, sindaco di Bisceglie
Gianpietro Losapio, presidente della Comunità Oasi2 San Francesco Onlus
Ibra Leight, rifugiato Bisceglie
Zeinab Al-Megassees, rifugiata Trani
Saranno inoltre presenti i rappresentanti della rete di associazioni aderenti. Nel corso della conferenza stampa, sarà illustrato il programma della serata e le iniziative correlate.
Si prega di intervenire.

Bisceglie, informazione e prevenzione delle dipendenze patologiche by night

dedalo e icaroTornano in strada gli operatori di ‘Dedalo e Icaro’, il centro aperto a bassa soglia e unità di strada per persone dipendenti da sostanze, alcol e da gioco. Domani, venerdì 6 luglio, appuntamento a Bisceglie, zona lungomare e anfiteatro, per incontrare giovani e giovanissimi e parlare di prevenzione e cura delle dipendenze patologiche. 

Per tutta la serata, dalle 22 all’una, psicologi, psicoterapeuti, operatori e volontari distribuiranno materiale informativo su sostanze, alcol e gioco d’azzardo, per un intervento di primo contatto con i giovani e gli adolescenti che frequentano i luoghi del divertimento, con l’obiettivo di coinvolgerli in un percorso di formazione e consapevolezza sui temi delle dipendenze patologiche.

L’iniziativa rientra fra le attività del progetto Dedalo e Icaro, attivo sul territorio di Trani e Bisceglie, finanziato dall’Ambito Territoriale di Trani con la gestione dalla Comunità Oasi2 San Francesco Onlus. Quest’anno, gli operatori hanno già realizzato analoghi interventi d’informazione e sensibilizzazione sul tema, nelle zone della movida di Trani e Bisceglie a dicembre, nelle scuole superiori delle due città durante tutto l’anno scolastico e nei mercati settimanali, attività in corso da maggio.

Altri due analoghi interventi sono in programma il 13 luglio, a Trani, in zona porto, e di nuovo a Bisceglie, il 14 luglio.

 

#Similitudo. Nuova data a Barletta

Similitudo

Dopo lo stop imposto dal maltempo, torna #Similitudo, l’evento di informazione e sensibilizzazione sui temi dell’accoglienza, dell’inclusione e dell’integrazione a cura della Comunità Oasi2 San Francesco Onlus, soggetto gestore del Progetto Sprar, Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati del Comune di Barletta, per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato. L’appuntamento è per giovedì 12 luglio, alle 19.30 in piazza Pescheria, a Barletta.

Si parte con gli interventi istituzionali, i saluti del sindaco di Barletta Cosimo Cannito e la relazione della responsabile dell’Ufficio di Piano, dirigente del settore servizi sociali del Comune, Santa Scommegna. Interviene anche l’assistente sociale del settore servizi sociali e responsabile progetto Sprar, Stefania Damato. Per la Comunità Oasi2 intervengono il presidente Gianpietro Losapio e la responsabile dello Sprar, Laura Triminì.

A seguire, la proiezione di #Similitudo, un documentario ideato e realizzato da Farfactory Lab, collettivo di esperti formatori e artisti, specializzati nell’alfabetizzazione al cinema e all’audiovisivo in genere. Il documentario è stato realizzato con la partecipazione degli ospiti dello Sprar di Barletta, coinvolti in una serie di interviste di strada, a Barletta, nei luoghi di maggior aggregazione. Dal cibo alla musica, dalla famiglia al lavoro, il documentario punta l’attenzione sulle similitudini, più che sulle differenze, fra residenti e ospiti. Dopo la proiezione del documentario, è previsto un momento di discussione e commento con gli autori e i protagonisti. Si chiude con la musica live con una Big Session.

Bisceglie, biciclettata in musica. Nuova data

Dopo lo stop imposto dal maltempo della scorsa settimana, si torna in sella! Per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato, la Comunità Oasi2 San Francesco Onlus, organizza per lunedì 9 luglio, a Bisceglie, una biciclettata in musica. Questo il programma della serata:

– ore 18.30, raduno in bici, a Bisceglie, in piazza Vittorio Emanuele.
– ore 19 – avvio in musica con la CycleBand. Percorso in bici fino all’Anfiteatro del Mediterraneo, di circa 4 chilometri: piazza Vittorio Emanuele, via La Marina, via La Spiaggia, Litoranea (su tratto di pista ciclabile).
– ore 20 – Anfiteatro del Mediterraneo, saluti, storie e performances degli ospiti della Comunità Oasi2
– ore 21 – CycleBand in concerto. A seguire MIJIKENDA live.

L’evento è realizzato in collaborazione e con il patrocinio del Comune Di Bisceglie e dell’Ufficio di Piano di Bisceglie-Trani, in tandem con Faber, associazione di promozione sociale, Zona Effe, Medihospes, Giovaniidee Bisceglie, Terre Solidali, Caritas Bisceglie, Etnie, Service Learning. Libera – presidi di Trani e Bisceglie, Amnesty Puglia, Biciliae, Laboratorio Cittadino di Pastorale Sociale, Cineclub Canudo, Epass, Mosquito, Pool Cavallaro, Boaonda.

INFORMAZIONI PRATICHE PER I PARTECIPANTI
Per partecipare è necessaria una bici in buone condizioni, con freni funzionanti e pneumatici ben gonfi. Il percorso è di circa 4 chilometri,su tratto urbano facile, senza salite. Nei pressi dell’Anfiteatro del Mediterraneo sarà disponibile un’area parcheggio, delimitata ma non custodita. Si consiglia, dunque, di portare con sé catena e lucchetto per assicurare la propria bici.