Diventare Famiglie Terapeutiche. Percorso formativo per l’affido familiare

Banner Melampo Percorso

Trani, 9 novembre 2018 – 27 gennaio 2019
Cosa sono le “famiglie terapeutiche”

All’interno della Comunità di Pronta Accoglienza Melampo è prevista l’attivazione di un gruppo di famiglie accoglienti che, in forma sperimentale e innovativa, realizzano l’affido familiare per i minori accolti nella comunità. Le famiglie affidatarie si caratterizzano come terapeutiche in quanto capaci di garantire cura e generare un cambiamento delle condizioni e delle cause di sofferenza, nonché del benessere generale del minore.

A chi è rivolto il percorso formativo

  • Coppie sposate o non sposate, con figli (preferibilmente in età scolare)
  • Coppie senza figli
  • Nuclei monoparentali
  • Single

animati da una motivazione adeguata e consapevole e in adesione e condivisione delle condizioni di progettualità richieste (formazione preliminare e continua, collaborazione sinergica con le figure professionali, supervisione). Le famiglie terapeutiche saranno sempre supportate e supervisionate dall’équipe multidisciplinare della Comunità Melampo.

Obiettivi del percorso formativo

  • Avvicinare le persone a un’idea di accoglienza
  • Stimolare una riflessione critica delle dinamiche emotivo-relazionali che si attivano durante l’affido
  • Favorire fra gli aspiranti affidatari la consapevolezza del proprio ruolo all’interno della rete dell’affido
  • Stimolare la visione del cambiamento che la famiglia affronterà durante il periodo dell’affido

Dove e quando
Gli incontri si terranno tutti i venerdì, nel pomeriggio, dalle 17 alle 20, nella Comunità Melampo, Strada Vecchia Trani-Corato ex vicinale 39/A – Trani (BT). La partecipazione è gratuita. Per partecipare è necessario iscriversi compilando il form disponibile qui: https://goo.gl/forms/0MLIjMvs6cZbi30J3

Il programma degli appuntamenti

9 novembre 
IL PROGETTO MELAMPO
Gianpietro Losapio, presidente della Comunità Oasi2 San Francesco Onlus
Debora Ciliento, assessore alle politiche sociali del Comune di Trani
Roberta Rigante, assessore alle politiche sociali del Comune di Bisceglie
Ludovico Abbaticchio, garante per i diritti all’infanzia e all’adolescenza
(L’incontro si terrà a Villa Nappi, via Padre Annibale di Francia, 162/164 – Trani (BT), alle ore 17.30)

16 novembre
LA MOTIVAZIONE CHE GENERA ACCOGLIENZA
Ivan Ventura, educatore, formatore e counselor – Tutor del percorso formativo

23 novembre
ACCOGLIENZA – SIGNIFICATO E VALENZA
Essere famiglia accogliente – Michele Corriero, pedagogista e giudice onorario del Tribunale Minorenni di Bari
L’esperienza dell’affido: cenni legislativi, attori istituzionali – Francesca Romana Arciuli, avvocato, tutore

30 novembre
INCONTRARSI – CONOSCERSI – LASCIARSI
Il vissuto del minore affidato (l’incontro con il minore); la doppia appartenenza e la co-genitorialità; la pedagogia del distacco – Barbara Avanzi, pedagogista e consulente nei progetti di affido familiare e servizi per le famiglie e Mario Ghidoni, operatore sociale e formatore – Rete famiglie Valcavallina, Bergamo.

14 dicembre
MI RACCONTI LA TUA STORIA? COSTRUIRE STORIE DI ORDINARIA STRAORDINARIETA’ NELL’AFFIDO
La sfida è: amare tutto? – Sonia Sgrosso, pedagogista, volontaria e consigliera Assoc. Famiglia Dovuta e Alessio Romanelli, counselor biosistemico, educatore
L’affido: una strada possibile – Elisa Manta, psicologa, psicoterapeutica, dirig. resp. consultorio familiare di Barletta, referente équipe servizio affido e adozione – Barletta Testimonianze di esperienze d’affido

11 gennaio
L’ACCOGLIENZA E LA CURA DEL MINORE PORTATORE DI VISSUTI TRAUMATICI
Minori vittime di violenze, abusi e maltrattamenti, anche con problematiche connesse a depressione precoce – Beppe De Robertis, assistente Sociale presso il Comune di Andria, coordinatore dell’équipe multidisciplinare specialistica integrata su abuso, maltrattamento all’infanzia e violenza di genere – ambito Andria e Brigida Figliolia, neuropsichiatra infantile ASL BAT – Andria
La complessità dell’esperienza : gli aspetti psicologici, relazionali, emotiviChiara Scardicchio, docente in Pedagogia sperimentale presso l’Università di Foggia

27 gennaio
LA SPECIFICITÀ DEL PROGETTO MELAMPO
Tipologia di intervento; la comunità di pronta accoglienza; le famiglie accoglienti; abbinamento famiglia e minore: caratteristiche, obiettivi, tempi, ruoli e verifiche – a cura di équipe Melampo.

Per ulteriori informazioni – Melampo Comunità di Pronta Accoglienza – Strada Vecchia Trani-Corato ex Vicinale 39/A – 76125 Trani (BT)
Telefono: 08831951483 -348 7969736 – fax 0883502146 – melampo@oasi2.it

Comments are closed.